top of page

Corso di preparazione online per concorsi in Polizia Locale
Aggiornato Maggio 2024

Logo di Entra in Polizia Locale

L'esterovestizione dei veicoli: l'art. 93 bis Codice della Strada.


L'art. 93 bis del Codice della Strada, di recente modifica, si occupa della problematica dell'esterovestizione dei veicoli circolanti in Italia. Tale pratica, negli ultimi anni assai diffusa, era determinata da ragioni di elusione ed evasione fiscale.


L'articolo in esame sanziona diverse ipotesi che analizzeremo qui in modo separato.



Articolo 93-bis comma 1Articolo 93-bis, comma 7 Ipotesi: proprietario di autoveicolo, motoveicolo o rimorchio, immatricolati in uno stato estero, residente in Italia da più di 3 mesi, che consente la circolazione del veicolo.


-Sequestro del veicolo con la procedura dell'art. 213 c.d.s.

-Confisca del veicolo qualora decorsi 30 giorni non venga regolarizzato il veicolo -Sanzione pecuniaria

-Ritiro del documento di circolazione e intimazione ad immatricolare il veicolo.



Articolo 93-bis comma 2 e comma 7 Ipotesi: soggetto diverso dal proprietario di autoveicolo, motoveicolo o rimorchio, immatricolati in uno stato estero, residente in Italia da più di 3 mesi, che consente la circolazione del veicolo - Sequestro del veicolo con la procedura dell'art. 213 cds - Confisca del veicolo qualora decorsi 30 giorni non venga regolarizzato il veicolo -Ritiro del documento di circolazione e intimazione ad immatricolare il veicolo.

-Sanzione pecuniaria


Articolo 93-bis comma 2 e comma 8 Ipotesi: circolazione alla guida di veicolo immatricolato all'estero (non proprietario), senza avere al seguito documentazione attestante il titolo di possesso e relativa durata. - Fermo amministrativo del veicolo con le procedure previste dall'art. 214 cds, sino all'esibizione del documento e per un periodo massimo di 60 giorni. La violazione non si concretizza qualora il proprietario del veicolo fosse a bordo dello stesso al momento del controllo.

-Sanzione pecuniaria.


Articolo 93-bis comma 2 e comma 9 Ipotesi: conducente che circola con veicolo non di sua proprietà per più di 30 giorni (nell'anno solare), senza aver effettuato la prevista registrazione al P.R.A. - Ritiro del documento di circolazione. La violazione non si concretizza qualora il proprietario del veicolo fosse a bordo dello stesso al momento del controllo.

-Sanzione pecuniaria.


Articolo 93-bis comma 2 e comma 9 Ipotesi: conducente che circola con veicolo immatricolato in altro stato estero, registrato ai sensi dell'art. 94 c.4-ter, senza aver richiesto l'aggiornamento della registrazione al P.R.A., in seguito a variazione di residenza (o sede della società) ovvero di disponibilità. - Ritiro del documento di circolazione .La violazione non si concretizza qualora il proprietario del veicolo fosse a bordo dello stesso al momento del controllo.

-Sanzione pecuniaria.

Articolo 93-bis comma 3 e comma 7 Ipotesi: consentiva la circolazione del veicolo estero, di sua proprietà, a persona che non ha registrato il possesso del veicolo, entro 60 giorni. - Cessazione della circolazione del veicolo - Confisca del veicolo nel caso di mancata immatricolazione o esportazione entro 30 giorni.

-Sanzione pecuniaria.


Articolo 93-bis comma 7 e articolo 93-bis, comma 7 u.p. e 213 c.8 Ipotesi: circolazione del veicolo durante il periodo di sequestro ai sensi dell'art. 93-bis comma 7. - revoca della patente di guida - Sequestro del veicolo ed immesso in depositeria con custode-acquirente ai sensi dell'art. 214-bis CDS

-Sanzione pecuniaria.


Articolo 93-bis, comma 4 Ipotesi: circolazione con veicolo avente targa estera non avente cifre arabe e caratteri latini minuscoli - Ritiro della targa - Fermo amministrativo del veicolo per 3 mesi ai sensi dell'art. 213 CDS con ricovero in luogo privato. - Confisca del veicolo in caso di reiterazione della violazione. - Sanzione pecuniaria




54 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page